Confedilizia Lodi: 10 Punti per il Mercato Immobiliare Lodigiano

da | Mar 7, 2018 | NOTIZIE DA LODI | 0 commenti

Confedilizia Lodi ha pubblicato le principali proposte in merito al rilancio del settore immobiliare lodigiano.

Il documento è stato pubblicato sul magazine on line Il Cittadino di Lodi e si propone di grande valore perché illustra quali sono, secondo l’associazione, i punti cardine che devono essere affrontati affinché il mercato immobiliare della nostra città e provincia possa essere rilanciato.

Di base si tratta di un documento redatto in vista delle recenti elezioni politiche, da intendersi soprattutto come oggetto di discussione e quindi di confronto con i partiti che hanno concorso alle politiche del 2018.

Ma il documento ha un valore intrinseco, perché rivela quali sono le falle del mercato immobiliare lodigiano e i punti che, secondo Confedilizia Lodi, devono essere affrontati per una rinascita del settore.

Confedilizia Lodi: il documento per la rinascita del settore immobiliare provinciale

  1. Riduzione della pressione fiscale sul comparto immobiliare: doveroso a nostro avviso, in quanto di aiuto per tutti i soggetti coinvolti nella compravendita immobiliare;
  2. Sviluppo e rilancio dell’investimento immobiliare da destinare alla locazione da parte di gestori professionali, imprese e privati: un ottimo punto per rilanciare il commercio e l’industria in provincia;
  3. Estensione della cedolare secca a tutti i contratti di locazione: una proposta che ha un respiro nazionale e che permetterebbe di regolarizzare ancor più i contratti di affitto;
  4. Garanzia per il locatore di rientrare in possesso dell’immobile in tempi certi: possiamo dire un’utopia? Scherzi a parte un punto doveroso dove in Italia c’è molto da fare e da lavorare per tutelare i diritti di chi affitta il proprio immobile;
  5. Liberalizzazione delle locazioni commerciali: punto utile ma che merita importanti approfondimenti;
  6. Stabilizzazione degli incentivi per gli interventi di manutenzione, riqualificazione, efficientamento energetico e miglioramento sismico del patrimonio edilizio e semplificazione della normativa riguardante i titoli edilizi: unica via affinché i privati, le famiglie ma anche i soggetti commerciali e impegnati nell’industria possano pensare di investire nella ristrutturazione o nel restauro degli immobili, sostenendo gli importanti costi che queste operazioni richiedono;
  7. Misure di stimolo e di sostegno alla rigenerazione urbana: in assoluto un punto da toccare per il bene della città e di tutta la provincia di Lodi;
  8. Incentivi fiscali per le permute immobiliari: una proposta che Confedilizia Lodi mette in campo per incentivare questa tipologia di transazione immobiliare, ancora poco conosciuta in provincia così come a livello nazionale;
  9. Sviluppo del turismo attraverso la proprietà immobiliare privata: certo, a patto che venga correttamente regolata per non creare un ‘mercato selvaggio’ di affitti, dominati soprattutto dal sommerso;
  10. Istituzione, all’interno del governo, di una cabina di regia per lo sviluppo immobiliare, la casa e l’edilizia: utile e doveroso a patto che il focus sia centrato sulle necessità dei soggetti coinvolti nella transazione immobiliare.

Questi i punti che sono stati presentati da Antonio Proni, consigliere Alpi-Confedilizia Lodi e pubblicati sul Il Cittadino di Lodi, che a nostro avviso possono rappresentare, al di là della discussione politica, una buona base di partenza per la rinascita del comparto immobiliare nel territorio lodigiano.

Con la nostra agenzia aiutiamo le persone a vendere e comprare casa con professionalità, grazie ad un preciso marketing immobiliare e a servizi di consulenza mirati alla persona. Per contattarci clicca semplicemente su questo link.

Confedilizia Lodi
Share via
Copy link
Powered by Social Snap