Fare home staging per fare ripresa? La risposta è…

da | Dic 2, 2020 | HOME STAGING E MARKETING IMMOBILIARE LODI | 0 commenti

Fare home staging significa fare ripresa? La risposta è positiva, almeno sulla carta, perché se vuoi vendere casa è interessante conoscere le prospettive che l’home staging ti riserva, soprattutto se questa soluzione si inserisce nello scenario immobiliare 2020-2021.

Fare home staging ha un valore anche in questo momento?

Fare home staging significa migliorare la vendita di un immobile attraverso interventi mirati che lo rendono più attraente agli occhi di chi sta cercando casa.

E non si tratta solo di aggiungere qualche candela qua e là o un mazzo di fiori: l’home staging fatto bene è quello che ‘non si vede’ ovvero è l’intervento studiato e progettato nel dettaglio, che nella fase di promozione dell’immobile sa valorizzarlo in modo naturale e completo.

Per capire il vero potenziale dell’home staging, occorre però fare una breve analisi del mercato immobiliare attuale e del futuro più prossimo.

In queste settimane di fine anno si tirano infatti le fila dell’impatto che la pandemia ha avuto sul residenziale e si iniziano a fare previsioni di ripresa più puntuali rispetto a quelle dei mesi estivi, quando non si sapeva ancora come e se fosse arrivata la seconda ondata con conseguente secondo lockdown in alcune regioni di Italia.

Secondo l’osservatorio Nomisma, la ripresa del mercato immobiliare non sarà a V, come era stato anticipato da molti nel corso del 2020, bensì a L.

Questo significa che dopo il calo delle compravendite registrato nel cuore della pandemia, si assisterà a una ripresa lenta e graduale del mercato residenziale in Italia.

Inutile girarci intorno, rispetto al 2019 la flessione delle compravendite può aggirarsi a livello nazionale al -20%. Nomisma ha tracciato due scenari: uno ‘base’ con una chiusura d’anno a 500mila unità transate e una ‘hard’ a 491mila unità transate.

Considerando che le previsioni quando ancora non si sapeva cosa fosse il Covid-19 erano di 612mila unità transate, i conti tornano, ma è importante considerare che Milano e la Lombardia hanno ‘tenuto’ e l’interesse per l’acquisto non ha subito forti scossoni, anzi.

È però opportuno considerare che il calo dei prezzi, almeno fino a dicembre 2020, non è così forte come molti avevano prospettato. Attualmente i ribassi sono in corso e sono spesso il frutto della scelta di chi desidera vendere casa velocemente per acquistarne una in linea con nuove esigenze abitative.

Ma ancora una volta ciò decide quanto costa una casa è l’analisi puntuale di ogni sua caratteristica, ovvero il giusto valore di compravendita che esce dalla giusta valutazione immobiliare come spiego in questo articolo.

Nomisma ha quindi tracciato alcune previsioni di andamento nazionale delle compravendite immobiliari per il 2021: 495mila transazioni nello scenario più favorevole e 467 mila nello scenario più avverso. La ripresa a L sarà quindi graduale e si manifesterà nel biennio 2022-2023 con un’intensità che non permetterà di recuperare in tempi brevi i livelli pre Covid-19.

In questo scenario fare home staging acquista un valore enorme, perché l’operazione permette a chi vuole vendere casa di far emergere le caratteristiche dell’immobile, soprattutto quando sono in linea con le richieste abitative emerse negli ultimi tempi.

Non solo, perché ogni casa parla una lingua speciale e ogni futuro abitante ha esigenze specifiche. Ad esempio una famiglia che desidera un’abitazione caratteristica come quella che ti racconto in questo post può trovare ciò che sta cercando e farsi una prima idea, per poi procedere alla visione dell’immobile.

Fare home staging per spingere la vendita (e differenziarsi)

Fare home staging significa differenziarsi e, in uno scenario futuro in cui la ripresa non sarà immediata, questa scelta acquista un valore di grande conto se vuoi vendere la tua casa.

I dati del Sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia di Banca d’Italia parlano infatti di un’accelerazione di vendita interessante, che in media nazionale portano a vendere l’immobile oggetto di home staging in 48 giorni contro i 7,7 mesi normalmente necessari.

Beninteso: questi sono dati medi perché ogni casa ha le sue particolarità, ma i dati parlano di un complessivo del venduto post home staging del 90%, con uno sconto medio solo del 2% contro il 12% della media italiana.

A questo link puoi scoprire tutti i benefici che l’home staging ti riserva in termini di risparmio di tempo, di economia e anche di visibilità verso i potenziali compratori della tua casa.

A conti fatti questa soluzione può realmente diventare un acceleratore in un periodo di incertezza che non potrà risolversi dall’oggi al domani, ma che con la giusta spinta aumenta le possibilità di vendere casa anche e soprattutto in questo scenario.

Per tutte le informazioni sul servizio di home staging e sugli immobili in vendita a Lodi e provincia chiamami al numero  338 5368 856 o scrivimi un messaggio cliccando su questo link.

freccia in su - fare home staging per fare ripresa
Share via
Copy link
Powered by Social Snap